Busto Arsizio abbraccia la nuova pista

29 Luglio 2020

L’inaugurazione del rinnovato impianto in provincia di Varese

 

Presenze illustri nel pomeriggio di martedì al centro sportivo Angelo Borri di Busto Arsizio: per l’impianto varesino era il giorno che ne sanciva la rinascita. L’inaugurazione del riqualificato campo, con il suo nuovo manto blu (con alcune parti in grigio), le sue 8 corsie e le sue doppie pedane per alto, asta e salti in estensione, ha restituito all’atletica lombarda e italiana un impianto cruciale sia per l’attività di livello nazionale sia per le competizioni regionali più ricche di partecipazione. A celebrare l’importante momento c’erano il presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera Alfio Giomi, il direttore tecnico Antonio La Torre, la consigliera federale Sabrina Fraccaroli, il presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri e il numero uno del CIP Lombardia Pierangelo Santelli. Presente al gran completo l’amministrazione comunale bustocca guidata dal sindaco Emanuele Antonelli. “Riportiamo in auge in perfette condizioni questo impianto - l’intervento del sindaco -. L’abbiamo fatto per gli atleti, soprattutto i più piccoli: incentivare la pratica dello sport è fondamentale. Ma non dobbiamo dimenticare come Busto Arsizio possa contare su un sistema invidiabile di impianti sportivi di alto livello. Vorremmo far diventare questa struttura un punto di riferimento per l’atletica leggera italiana. Ora l’impegno è portare qui qualche grande appuntamento”. Dopo il taglio del nastro la pista è stata ufficialmente inaugurata con una “staffetta” che ha completato il primo simbolico giro di pista sul nuovo manto: prima hanno corso i ragazzi tricolori allievi della 4x400 della Pro Patria ARC Busto Arsizio che hanno consegnato il testimone nelle mani del sindaco, poi è toccato a una “squadra” femminile (con la presenza delle gemelle Troiani) portare il testimone all’assessore comunale allo Sport Laura Rogora.

Il “battesimo” è stato impreziosito anche dalla partecipazione di campioni di ieri e di oggi, in particolare da due campioni olimpici: l’oro dei 10.000 a Los Angeles 1984 Alberto Cova e l’oro della 20 km di marcia ad Atene 2004 Ivano Brugnetti. Con loro anche la giovane sprinter Vittoria Fontana e altri azzurri come Fabrizio Schembri e Sara Jemai. Alla società di casa, rappresentata per l’occasione dal vicepresidente Angelo Petazzi, si è rivolto il presidente FIDAL Alfio Giomi per un grazie particolare “a Romano Pinciroli, storico presidente della Pro Patria Bustese, che ha fortemente voluto che fossi all’inaugurazione di questo gioiello”. Pinciroli, presente al vernissage, era il punto di riferimento dell’atletica a Busto Arsizio quando vide la luce il centro sportivo Angelo Borri in località Sacconago. E quando si parla di Busto, non si può non ricordare che su altra pista fu corsa la migliore prestazione mondiale sui 500 metri del compianto Donato Sabia nel 1984.

L’investimento è ammontato a 850mila euro: 700mila euro per il restyling del manto gommoso e delle attrezzature, finanziato da Regione Lombardia e da un mutuo dell’Istituto di Credito Sportivo, e 150mila per il rifacimento del manto erboso. Nuove sono pure l’area della riviera delle siepi e la gabbia per disco e martello. I lavori hanno interessato anche la copertura della tribuna.

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Gli atleti 'testimonial' dell'inaugurazione (foto Gatti)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate