Crippa verso gli Usa: “Altura per preparare Doha”

09 Aprile 2019

Al via il raduno di Flagstaff, con un mese di allenamenti in quota per il bronzo europeo dei 10.000. In partenza anche il siepista Chiappinelli, terzo a Berlino: “Siamo un gruppo giovane, puntiamo ad altri traguardi importanti”


 

di Luca Perenzoni (FIDAL Trentino)

Tempo di partenza per Yeman Crippa e Yohanes Chiappinelli, le due medaglie di bronzo su pista della squadra azzurra agli Europei di Berlino nella scorsa estate, rispettivamente su 10.000 metri e 3000 siepi. Domani, mercoledì 10 aprile, il trentino delle Fiamme Oro e il toscano dei Carabinieri decolleranno alla volta di Flagstaff, in Arizona (Stati Uniti), dove lavoreranno in quota per un mese fino all’11 maggio insieme ai gemelli Ala Zoghlami (Fiamme Oro) e Osama Zoghlami (Aeronautica), in un raduno a cui si è aggregato Mohad Abdikadar (Aeronautica). Crippa e Chiappinelli erano presenti questa mattina a Trento, alla cerimonia di apertura della stagione del Comitato FIDAL Trentino.

“Per il terzo anno abbiamo scelto con il tecnico Massimo Pegoretti di effettuare l’allenamento in altura a Flagstaff - le parole di Yeman Crippa che in questo 2019 ha già raccolto il titolo tricolore assoluto di corsa campestre - perché ci consente di lavorare al meglio, in un contesto conosciuto e soprattutto qualificato ed utilizzato da tanti protagonisti dell’atletica internazionale. Sarà un mese importante, cui seguirà un primo test agonistico nella seconda metà di maggio, probabilmente in Trentino, e successivamente l’impegno sui 5000 metri nel Golden Gala, il 6 giugno allo stadio Olimpico di Roma. L’altro appuntamento fissato in agenda è quello di Londra, con la Coppa Europa dei 10.000 metri all’inizio di luglio. La speranza e l’obiettivo sono quelli di staccare in queste due gare i rispettivi minimi di partecipazione per i Campionati Mondiali di Doha e poi valutare su quale distanza concentrarmi nell’evento clou della stagione”.

Con lui partirà anche il senese Yohanes Chiappinelli.

“La medaglia dello scorso anno a Berlino è stata importante, ma il percorso di crescita non deve fermarsi lì - è stato il commento dell’allievo di Maurizio Cito - e il raduno di Flagstaff sarà fondamentale in tal senso, per porre le basi di quello che sarà un 2019 importante e di progresso. Come per Yeman, il mio debutto internazionale sarà in occasione del Golden Gala, poi la stagione verrà calibrata in ottica Mondiali, anche sulla scorta dei primi riscontri ufficiali. Siamo un gruppo giovane di mezzofondisti che vuole fare bene e l’aver conquistato il podio a Berlino ha aumentato l’entusiasmo e la consapevolezza di poter raggiungere altri traguardi importanti”.

A completare il terzetto che dal Trentino volerà in Arizona ci sarà anche Mohad Abdikadar, laziale che da tre anni ha trovato casa a Trento per allenarsi con Yeman Crippa sotto la guida di Massimo Pegoretti. “La condizione fisica non è ottimale, sto risolvendo alcuni problemi di salute - ha detto il finalista europeo dei 1500 nel corso della presentazione che si è svolta nella sede del Gruppo GPI a Trento - ma ho deciso di partire per Flagstaff a mia volta per poter iniziare quanto prima ad allenarmi e sfruttare il periodo in quota. L’obiettivo di questa prima parte di annata è inseguire il minimo per Doha nei 1500 metri”.

Il Trentino saluta dunque i tre mezzofondisti azzurri, in attesa di abbracciarli al loro rientro. Per Crippa, Chiappinelli e Abdikadar è infatti in programma uno stage di lavoro in Valle di Ledro dal 20 al 24 maggio, per scaricare a dovere gli affetti dell’allenamento in quota prima del debutto agonistico.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- La presentazione della stagione FIDAL Trentino


Condividi con
Seguici su: