Rieti: Gherardi sprint, 23.45 nei 200

09 Giugno 2019

Nella mattinata conclusiva dei Campionati Italiani Juniores e Promesse la 17enne velocista si migliora e diventa la seconda junior di sempre. Bocchi 16,43 nel triplo, bis Zenoni nei 1500


 

di Nazareno Orlandi e Luca Cassai

La sprinter Chiara Gherardi firma la migliore prestazione della terza e ultima giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti, illuminati ieri dal fantastico 2,30 di Stefano Sottile nell’alto. La 17enne romana della Studentesca Rieti Milardi si migliora di dieci centesimi nei 200 metri e conquista il titolo con 23.45, miglior tempo italiano dell’anno e seconda performance di sempre per un’azzurra della categoria under 20. Lo scorso anno è stata campionessa europea allieve con la staffetta mista a Gyor, in Ungheria, e poi finalista iridata con la 4x400 juniores che ha battuto il primato italiano ai Mondiali U20 di Tampere. Nei 200 cresce anche lo junior Mattia Donola (Pro Sesto Atletica) che sfiora i ventuno secondi (21.01/-0.2). Sulla pedana del triplo, successo under 23 per l’azzurro degli Euroindoor di Glasgow Tobia Bocchi (Carabinieri), 16,43 (+0.4) all’ultimo salto. Tre atleti completano la doppietta tricolore individuale: Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) si prende anche i 1500 promesse (4:21.58) dopo i 5000 di venerdì, Pietro Arese (Safatletica Piemonte) conquista i 1500 promesse (3:48.45) due giorni dopo la vittoria nei 3000 siepi, e Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta) fa suo anche il disco juniores con 57,86, entrando in top 10 di sempre al nono posto, dopo il trionfo di ieri nel peso. Linda Olivieri (Fiamme Oro) e Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle) si impongono nei 400 ostacoli tra le promesse con 57.39 e 51.16. Si chiude, dunque, una tre giorni di competizioni che ha visto una partecipazione massiccia (circa 2000 atleti-gare) e ottanta titoli italiani assegnati nell’impianto che il prossimo anno ospiterà i Campionati Europei under 18.

RISULTATI/Results - FOTO/PhotosORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News

IN TV SU RAISPORT - I Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti saranno trasmessi in differita in tv su RaiSport+HD, e in streaming sulla piattaforma RaiPlay, lunedì 10 giugno dalle 16.45 alle 18.30, martedì 11 giugno dalle 20.50 alle 23.15 e mercoledì 12 giugno dalle 16.45 alle 18.10. Sarà l'occasione di rivivere le grandi emozioni del weekend tricolore che ha assegnato 80 titoli italiani e ha visto la partecipazione di circa 2000 atleti-gara.

GHERARDI 23.45 - Altri dieci centesimi di miglioramento per Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Milardi), nuova campionessa italiana dei 200 metri juniores con 23.45 (+0.6) e seconda italiana alltime nella categoria under 20 a pari merito con l’amica e rivale Dalia Kaddari (23.45 lo scorso ai Giochi Olimpici giovanili). Davanti resta soltanto la primatista italiana Vincenza Calì che corse in 23.25 nel 2002. Primo posto per la romana davanti alla primatista italiana dei 400 metri Elisabetta Vandi (Fiamme Oro) che resta sopra i 24 secondi (24.20) dopo il 23.97 della batteria di ieri, e per il terzo gradino del podio c’è Giorgia Bellinazzi (Atl. Brugnera Friulintagli) che scende a 24.22. Bel salto in avanti tra gli uomini per Mattia Donola (Pro Sesto Atletica): 43 centesimi di miglioramento e sfiorati i 21 secondi (21.01/-0.2), per superare Lorenzo Ianes (Atl. Trento, 21.37) e Joseph Twumasi (Vittorio Alfieri Asti, 21.55).

VIDEO | LE PAROLE DI CHIARA GHERARDI

VIDEO | IL 23.45 (+0.6) DI CHIARA GHERARDI NEI 200 METRI

VIDEO | IL 21.01 (-0.2) DI MATTIA DONOLA NEI 200 DI RIETI

200 PROMESSE - Si ripete Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atletica), di nuovo tricolore a un anno di distanza da Agropoli. La lombarda che vive in Francia, a Nizza, con 24.02 (-1.2) mette in fila le quattro sprinter dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group (Chiara Melon 24.13, Alessia Pavese 24.14, Alessia Niotta 24.40, Gaia Pedreschi 24.53), ieri alla migliore prestazione italiana U23 con la staffetta 4x100. Nella riunione della velocità del 24 maggio era stato spinto da troppo vento: stavolta, invece, Michele Rancan (Atl. Vicentina) può festeggiare il miglioramento a 21.13 (-1.2) e il titolo italiano promesse, su Diego Aldo Pettorossi (Virtus Emilsider Bologna, 21.37) che aveva fatto meglio in batteria (21.19) e Christian Bapou (Atl. Biotekna Marcon, 21.56). 

VIDEO | BONICALZA SI CONFERMA NEI 200 METRI CON 24.02 (-1.2)

VIDEO | RANCAN AL TITOLO CON 21.13 (-1.2) NEI 200 METRI

1500 - Marta Zenoni fa il bis. Dopo il successo di venerdì sui 5000 promesse, la ventenne dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter si invola nell’ultimo giro dei 1500 e festeggia di nuovo con il sorriso in 4:21.58, davanti a Elisa Cherubini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group, 4:24.79) e Martina Tozzi (Fiamme Gialle, 4:25.75). Anche al maschile c’è una doppietta: Pietro Arese (Safatletica Piemonte, 3:48.45), già tricolore dei 3000 siepi, trova un varco all’interno nel concitato arrivo a tre per beffare Ossama Meslek (Atl. Vicentina, 3:48.56) e Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 3:48.92). Tra le under 20 si prende il titolo Sophia Favalli (Us Quercia Trentingrana, 4:30.63), all’indomani del personale sugli 800, seguita dalla compagna di allenamento Elisa Ducoli (Us Quercia Trentingrana, 4:32.46) che si migliora nel giorno in cui diventa maggiorenne e da Elisa Giuseppetti (Ad Maiora Frascati, 4:34.85 PB). Nella gara maschile il campione indoor Nicolò Daniele (Atl. Canavesana) prevale anche all’aperto in 3:52.49 su Federico Riva (Fiamme Gialle Simoni, 3:54.29) e Abel Campeol (Silca Ultralite Vittorio Veneto, 3:54.37).

VIDEO | ZENONI E ARESE TRICOLORI BIS
v

OSTACOLI - È una conferma per Linda Olivieri (Fiamme Oro), di nuovo padrona dei 400hs promesse in 57.39 a meno di quattro decimi dal personale. Nel rettilineo finale si dilata il vantaggio su Rebecca Sartori (Fiamme Oro, 58.28), con Jessica Peterle (Us Quercia Trentingrana) terza in 59.92, mentre non prende il via Anna Gresta (Atl. Roma Acquacetosa). Tra gli uomini anche il campione mondiale under della 4x400 metri Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle) coglie un netto successo ritoccando il primato stagionale in 51.16. Alle sue spalle Federico Cesati (Pro Sesto Atletica) sfiora il personale con 52.06 davanti a Jean-Marie Robbin (Atl. Sandro Calvesi, 52.33). L’argento europeo under 18 Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), all’esordio nella categoria juniores, detta subito legge in 59.46 e un’altra ex allieva, Matilde Biella (Acsi Italia Atletica), cresce con 1:00.55. Al maschile titolo italiano e quasi mezzo secondo di miglioramento per Michele Bertoldo (Atl. Vicentina) con 52.38, ma è ancora più netto il progresso di Alberto Montanari (Academy Ravenna Athletics, 53.03), invece si ferma Leonardo Puca (Atl. L’Aquila) che entrava in gara da capolista stagionale.

VIDEO | LE VITTORIE DI OLIVIERI E SIBILIO NEI 400 OSTACOLI

SALTI - Il turno finale fissa il risultato di Tobia Bocchi (Carabinieri) a 16,43 dopo il 16,42 (+1.0) del secondo salto. Ma va sottolineato anche il progresso del finalista mondiale juniores Simone Biasutti (Trieste Atletica), cresciuto di quaranta centimetri, fino a 16,31 (+1.6). Oltre i 16 metri anche Emmanuel Ihemeje (Atl. Cento Torri Pavia) con il personale di 16,28 (-0.3). Due centimetri in più del suo limite e continua la scalata di Manuel Lando (Atl. Vicentina) che replica il titolo del 2018 nell’alto juniores e porta il personale a 2,14, mentre non trovano la giornata ideale Stefano Ramus (Atl. Valli di Non e Sole, 2,04) e Giacomo Belli (Libertas Runners Livorno, 2,01). Nell’asta juniores 4,10 vincente per Roberta Gherca (Atl. Velletri), per pareggiare il personale all’aperto, e completano il podio Monica Aldrighetti (Bracco Atletica, 3,90) e Laura Pirovano (Pro Sesto Atl.) 3,80. Un solo centimetro divide Camilla Vigato (Aristide Coin Venezia, 13,10/+0.2) e Veronica Zanon (Assindustria Sport Padova, 13,09/+0.7) nel triplo juniores. Al maschile, nel triplo U20, tre nulli per il favorito della gara Gabriele Tosti (Bergamo Stars), ieri al personale con 15,67 (0.0) in qualificazione, oggi senza misura. Il titolo, dunque, prende la strada del Trentino con pieno merito di Simone Fedel (Us Quercia Trentingrana) che per la prima volta sfonda i quindici metri (15,37/+0.3). Il tricolore al coperto Fabio Pagan (Aristide Coin Venezia) lo impensierisce all’ultimo turno (15,29/+1.3) ma resta dietro. Oltre la barriera vanno anche Enrico Montanari (Academy Ravenna Athletics, 15,23/+0.5), Salvatore Angelozzi (Atl. Gran Sasso Teramo, 15,10/+1.7) e Sebastiano Grassi (Cus Parma, 15,05/+1.7). 

VIDEO | IL 16,43 (+0.4) DI TOBIA BOCCHI NEL TRIPLO

LANCI - La firma di Carmelo Musci nel disco, per l’uno-due tricolore dopo il peso di ieri. Il 18enne pugliese dell’Aden Exprivia Molfetta piazza una spallata da 57,86 che vale il record personale, incrementando il 57,05 di due settimane fa a Molfetta, e sale al nono posto italiano juniores alltime. Bel progresso anche di Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas Udine), in crescita con 55,38 per battere un altro ragazzo al debutto nella categoria, il calabrese Riccardo Ferrara (Atl. Olympus, 53,23). Tra le promesse, al femminile, Elena Varriale (Toscana Atl. Empoli Nissan) apre con il suo primato di 45,95, poi il terzo lancio arriva a fino a 47,90 con un upgrade complessivo di quasi tre metri. Per il secondo posto Fabiola Caruso (Pol. Astro 2000 Benevento) si migliora a 44,44 e supera la tricolore invernale Marilena Visintin (Atl. Gorizia, 43,66). Tutto classe 2001 il podio del disco juniores femminile con Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) a ribadire la supremazia stagionale con 47,36, mentre un solo centimetro divide Ludovica Montanaro (Atl. Gran Sasso Teramo, 43,67) e Gaia N’Diaye (Cus Pro Patria Milano, 43,66 PB).

VIDEO | IL 57,86 DI CARMELO MUSCI NEL DISCO

STAFFETTA 4x400 - La Studentesca Rieti Milardi domina con la 4x400 juniores maschile: 3:17.88 di Vincenzo Fedele, Michele Esposito, Mattia Rinaldi e Riccardo Filippini. Atletica Riccardi Milano 1946 tra gli under 23 (3.13.70) grazie a Simone Di Nunno, Andrea Cerrato, Francesco Antichi e Andrea Romani. Al femminile, invece, è doppietta della Bracco Atletica che fa festa tra le under 20 (3:48.97) con Beatrice Invernizzi, Laura Pellicoro, Valeria Paccagnella e Alessia Brunetti, e tra le under 23 (3:50.61) con Francesca Aquilino, Lavinia Scarduelli, Alessia Bertolini e Fatimata Bara. 

SOCIAL NETWORK - Partecipate con noi al racconto dei Campionati italiani juniores e promesse di Rieti seguendo gli aggiornamenti LIVE attraverso i nostri canali social Instagram: @atleticaitaliana, Twitter: @atleticaitalia e Facebook: www.facebook.com/fidal.it. Sostenete i vostri atleti preferiti, condividete foto e pensieri utilizzando gli hashtag #atletica #JP2019.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Tobia Bocchi (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: